top of page

ALTRO CHE IL RIFORMISTA!

Sulla vicenda sono sempre stato in silenzio anche per il rispetto dei tanti amici che militano in Italia Viva. Ma ora basta!



Dopo l'ennesimo articolo propagandistico e strumentale ai fini di Renzi non ne posso più.


Ricordo a tutti come uno dei fattori che spinse alla rottura definitiva fu proprio il fatto che il buon Renzi non disse a nessuno (di #Azione) che sarebbe diventato direttore de il Riformista. L'obiezione che gli si fece, oltre che ai modi che non erano consoni di chi volesse in trasparenza costruire qualcosa assieme, fu quella per cui non si era mai visto un esponente politico gestire un giornale NON PARTITICO. Bene, oggi possiamo dire che anche qui avevamo sbagliato. Il Riformista E' diventato UN GIORNALE PARTITICO finalizzato esclusivamente agli interessi renziani.

Credo che chi vede questo personaggio (al quale riconosciamo enormi meriti, capacità e soprattutto importanti atti fatti in passato, ovviamente) come il faro da seguire, debba assolutamente seguirlo e anzi, dobbiamo incitarlo a farlo!

A differenza dei seguaci di Renzi, per lo meno per quanto mi riguarda, chi la pensa come me è in Azione non per Calenda, ma per quanto è scritto nel nostro statuto costitutivo e per il modo nuovo di fare politica che vogliamo portare nella quotidianità.

Con queste persone, questa gente, non desidero avere a che fare. Per tuttio gli altri, le porte di un partito che ha messo al bando Interessi personali e giochetti da pokeristi.. sono sempre aperte!

コメント


bottom of page